Bruxelles in semi-solitaria

Oggettivamente: a priori, in un’ipotetica classifica dei luoghi worth to see, Bruxelles non la inseriremmo tra i primi dieci. Manco tra primi venti. O almeno per chi come me ha fatto studi politologi e dopo cinque anni pensa al Belgio come alla sintesi dell’Unione Europea e prova disagio. Disagio per quello che alla triennale era un meraviglioso sogno integrazionista supportato dai mesi danzerecci e beverecci dell’Eramus che nel post-laurea si

Continue reading…