Betty&Books

Un approccio alla sessualità libero e consapevole.

Bio Betty&Books

Betty&Books è un’Associazione Culturale di Bologna animata da un gruppo di attiviste “queer” in una dinamica elastica e fluttuante. Portiamo avanti questo progetto dal 2005 in una formula “volontaria” a dimostrazione di quanto ci crediamo!

Probabilmente è amore.


Se vi piace il genere Fantasy guardate la nostra timeline.

2005 – l’idea!

Betty&Books nasce nel 2005 da un’idea di Elena Lolli e Massimiliano Geraci: creare una connessione tra arte e piacere, design e desiderio.

2006 – Il negozio e le collaborazioni

Nel gennaio 2006 apre a Bologna nel centro storico la prima sede di Betty&Books con il claim Arte e Piacere giocano assieme. Un concept store, ma anche il luogo di ritrovo del Sexyshock -laboratorio queer. Un salotto accogliente in cui sfogliare libri d’arte selezionati con passione, ad accogliere curiosità e domande su artisti americani e giapponesi perlopiù sconosciuti c’è Erell Prete.

Collaborazioni. Ogni settimana, all’interno del negozio, un micro evento realizzato in collaborazione con altre realtà bolognesi e non: dalle incursioni femministe di Sexyshock (che investe energie ed economie!), To Let e Comunicattive a favore della laicità dei consultori, agli aperitivi GolOsè a cura di GustoNudo e Culinaria Sexy SaporiI Mercolady di Betty&Books di cui ricordiamo Il salotto di zia Cla’ proiezione di corti lesbici in collaborazione con Luki Massa (Some Prefer Cake) e Claudia Mauti, l’aperitivo di presentazione del Gran Ballo delle Differenze in collaborazione con il MIT (Movimento Identità Trans) e il Cafémme gestito da LeFrau duo bolognese specializzato in degustazioni Glbt Friendly.

2008 – Associazione Culturale

Per valorizzare la rete che si dirama e intreccia con Betty&Books viene fondata l’associazione Culturale, assieme a Giusy Ledda e Maia. Lo Statuto lo trovate qui.

2011 – Co-Working

Nel 2011 lo shop fa spazio al Pop-Up shop di Golpe! Giovane stilista bolognese che trasferisce macchina da cucire e stoffa negli spazi di Betty&Books. L’obiettivo è quello di valorizzare le collaborazioni e aiutare nella fase di start-up i progetti che ci incuriosiscono.

2012 a oggi. Take Away e CornerShop

A  del 2012 ignorando le interpretazioni delle profezie Maya, Betty&Books abbandona l’idea del negozio in sede fissa e si trasforma. Non più un unica sede centrale, ma si lavora tramite dei pop-up shop e tante gustose ed agili “cosine” in cui veicolare collaborazioni, energie e mezzi.

Presso Ono Galleria d’arte contemporanea e Granata uno spazio di co-working animato dal collettivo Made in Woman 

Per finanziare le proprie attività c’è l’ e.commerce


Progetti formativi

Per ogni stagione “ConSensuality un ciclo di workshop e seminari su pratiche e tecniche erotiche. Un progetto per fare rete con altre donne che si occupano in Europa di queste tematiche, come Cum to Cut di Berlino e Pornostrix da Barcellona.

B&B si lancia nel rocambolesco Sexy Trek una carovana carica di sextoys che parte da Bologna per arrivare fino in Puglia, passando dalle Marche e dall’Abruzzo.

Tenendoci per mano saltiamo nell’avventura dei progetti Europei Accreditandoci nel 2011 per il Servizio Volontario Europeo (EVS).