Betty&Books

immaginari contemporanei da un’ottica di genere

SexToys

SexToys tutt@ ne parlano, alcun@ li usano ad altr@ piacerebbe, ma non sanno da dove cominciare.

Sono innumerevoli gli articoli di “colore” che riviste e quotidiani – (leggi qui e qui e qui) stanno dedicando al recente fenomeno dello sdoganamento dei sextoys e le indagini di “costume” iniziano a diventare più corpose.

L’Italia infatti a differenza di altri paesi europei è da pochi anni che sta scoprendo questo nuovo approccio tutto femminile verso un mercato solitamente ritenuto di dominio maschile.

Il primo spazio su sessualità e sextoys pensato da donne e rivolto alle donne è stato aperto nel 2001 a Bologna dal laboratorio queer Sexyshock all’interno di uno spazio sociale. Sexyshock ha dato  il via a un percorso di riapproprazione (ma anche decodifica) dei codici della pornografia, della sessualità e del piacere. Dal centro sociale alla città il passo è stato breve: nel gennaio 2006 apre nel pieno centro storico di Bologna, sotto il nome di Betty&Books , uno spazio capace di “contenere” il sexshop “al femminile” e altre diramazioni del piacere, dal gioco al design.

Arte e piacere giocano assieme, sì, ma solo se vi è consapevolezza del proprio desiderio e di chi abbiamo di fronte.

Se volete approfondire il tema delle pornografie potete leggere l’articolo che Slavina ha scritto per noi: Si fa presto a dire porno (feminista).

Introdurre nelle pratiche sessuali i sextoys è un modo per stimolare la fantasia ed esplorare le infinite possibilità del desiderio.

Non si tratta di vendere dei toys “carini” in uno spazio senza vetrine oscurate, non è questione di design, per noialtre (volontarie di Betty&Books) il sexshop dei desideri è qualcosa di più, è uno spazio informato e accogliente, abbiamo anche una micro-guida sui sextoys che esce a puntate sulla nostra newsletter (siamo vittime della tendenza “seriale”). Il sextoy in se’ è uno strumento per darsi e dare piacere e imparare a conoscere il proprio corpo, ma non dobbiamo tralasciare accorgimenti importanti per usarlo nel modo corretto, così come è utile lasciarsi consigliare su quale genere indirizzarsi per raggiungere una piena soddisfazione e non rimanere delus@.

Togliersi la possibilità di poter utilizzare uno strumento in più per il solo fatto di non averlo saputo usare nel modo giusto sarebbe proprio un peccato.

  • Vibratori,
  • dildi,
  • palline cinesi,
  • stimolatori clitoridei
  • palline anali

sono solo alcuni dei sextoys che potete trovare e…provare ;) Hanno funzioni diverse, ma che volendo con un po’ di fantasia si possono anche hackerare: uno stimolatore clitorideo può essere usato sulla clitoride, ma anche sopra il pube ed avere comunque un buon effetto.  Date un occhio al vademecum per un orgasmo eco leggete i 7 comandamenti stilati da un gruppo di attivisti francesi che lavora sul tema della sostenibilità ambientale, una lista di buone pratiche per la sessualità e la salute dell’apparato riproduttivo.

Per soddisfare ogni curiosità Betty&Books organizza dei workshop!!

un occasione per confrontarsi insieme sul loro utilizzo, manutenzione e migliori modalità per un utilizzo safe dei numerosi oggetti di piacere Betty&Books propone seminari teorici e pratici, dimostrazioni e conferenze, su diverse pratiche e tecniche erotiche, una serie di proposte eterogenee su possibili approcci alla sessualità, al piacere, alla cura e conoscenza del corpo, alla relazione.

Vuoi partecipare?

segui gli appuntamenti sulla nostra agenda oppure iscriviti alla nostra newsletter!

Ne vuoi organizzare uno?

è semplice, basta trovare uno spazio, una ventina di partecipanti e noi arriviamo da te. Leggi i dettagli di  “A ciascun@ il su@”  il workshop sui sextoys ideato da Betty&Books!