Betty&Books

Un approccio alla sessualità libero e consapevole.

I 7 comandamenti per un Eco orgasmo e la salute dell’apparato riproduttivo.

Un gruppo di attivisti francesi che lavora sul tema della sostenibilità ambientale ha stilato una lista di buone pratiche per la sessualità e la salute dell’apparato riproduttivo. Semplici (e concrete!) accortezze che si possono applicare fin da subito, ma una in particolare vi farà penare.

Vi ricordate Safe? film indipendente scritto e diretto da Todd Haynes. Improvvisamente Carol, interpretata da Julienne Moore, inizia a stare male e non se ne capisce la causa. Pare sia affetta da “l’allergia del ventesimo secolo” un malessere dettato dallo stile di vita, un inquinamento invisibile, come quello che si nasconde nell’inci dei prodotti di uso quotidiano.

Il film del 1995 è un manifesto ambientalista che guarda all’isolamento asettico dall’umanità come soluzione di sopravvivenza. A noi comuni mortali con poche vie di fuga e abitanti di una Terra compromessa a livello globale (dove rifugiarsi nel 2018?) non resta altro che esercitare un consumo consapevole e informato. A distanza di 20 anni dall’uscita del film la consapevolezza del legame tra salute e inquinamento si è diffusa e abbiamo più informazioni e strumenti per “proteggerci”. 

Andiamo a scoprire quello che possiamo fare concretamente se non per il mondo almeno per la nostra salute sessuale.

Génération Cobayes è un movimento che punta a mobilitare la fascia “giovanile” tra i 18 e 35 anni proponendo campagne di comunicazione sul consumo critico.

Per tenere lontano dalla nostra quotidianità l’utilizzo di ogm e pesticidi hanno stilato I “7 comandamenti per un orgasmo eco”.

Sette buone abitudini praticabili anche da chi è affetta da pigrizia. Tranquille, sono consigli di buon senso, qui non si sconfina nel territorio delle “talebane dell”eco bio”, ma per non farci mancare nulla vi consiglio di sfogliare la Bibbia a cui tutte si rifanno. Mai sentito parlare di bio dizionario? Un archivio online in cui sono catalogate ed etichettate con dei bollini eco centinaia di sostanze presenti nei prodotti di uso comune dal bagnoschiuma al sapone per i piatti. Il lavoro è stato realizzato e condiviso dal Dott. Fabrizio Zago chimico industriale, sostenitore dell’utilizzo di molecole naturali in ambito cosmetico e consulente per distributori e produttori sensibili all’ecologia.

 

 

I 7 comandamenti

1) La prima regola per un eco orgasmo  – chi segue Betty&Books la conosce già, perché noi lo ripetiamo in tutti i nostri workshop – consiglia di evitare l’utilizzo di sextoys che contengono ftalati (plastificanti chimici).  Sono interferenti endocrini, per cui l’utilizzo di ftalati è consentito solo in concentrazioni minime, ad esempio, nei giocattoli e negli articoli destinati all’infanzia, non devono superare lo 0,1%. Se al vostro dildo in “jelly” non volete proprio rinunciare (ascoltate i consigli di Betty) utilizzatelo con un preservativo. E non fate quella faccia, meglio che buttarlo;


Leggi anche Sextoys Guida all’uso. Come scegliere il materiale.


2) utilizzare creme per la propria pelle senza nanoparticelle, cioè quelle sostanze che permettono alla sostanza spalmata di penetrare più facilmente in profondità, ma che sono sospettate di promuovere lo sviluppo di tumori  (piattaforma internazionale sulle nanotecnologie). Sono presenti soprattutto in  creme solari, creme antirughe e fondotinta;

3) tenere lontano il cellulare dalle tasche vicino ai genitali: usare la modalità vivavoce, spegnere il telefono durante la notte o tenerlo lontano più di 50 cm dalla testa. Molti medici sono sempre più preoccupati per l’impatto delle onde elettromagnetiche sul nostro corpo, e ci sono quasi 1.800 studi che rafforzano la preoccupazione per la nocività delle onde! Già, questa è l’abitudine che sarà più difficile da perdere. Se volete approfondire date un occhio a i risultati di uno studio ultradecennale dell’Istituto Ramazzini di Bologna qui il pdf

4) per il primo appuntamento scegliere un ristorante biologico e veg. per evitare l’uso di pesticidi;

5) Prima di coricarsi sotto al piumino per fare sesso arieggiare la stanza da letto, perché nell’aria possono essere presenti parecchi composti organici volatili (COV) derivanti dalle vernici date alle pareti, dai mobili e dalle lenzuola. Particolarmente sconsigliate le trapunte perché secondo parecchi studi il perfluorurato presente in esse influenza fortemente la qualità dello sperma;

6) togliersi dall’immaginario erotico la fantasia di leccare il partner cosparso di panna montata o da prodotti alimentari composti da coloranti sintetici o edulcoranti sostitutivi dello zucchero;

7) non usare lubrificanti o preservativi lubrificati zeppi di perturbatori endocrini come nonxyphenol e parabeni, un “cocktail esplosivo tra le cosce” che va a toccare il corretto sviluppo ormonale o le più semplici infezioni esterne dei genitali.

Dai, questi 7 comandamenti non sono difficili da attuare,  stampatevi il vademecum (in francese) e tenetelo accanto al comodino.

Se siete interessate a far girare queste informazioni o creare momenti di discussione e autoformazione non perdetevi i workshop di Betty&Books per avviare delle belle collaborazioni e ampliare il network!