Betty&Books

Quando il vibratore scompiglia l’ordine patriarcale

SexToys guida all’uso. Le palline vaginali

A cosa servono le palline? A unire l’utile al dilettevole, per allenarsi con piacere. Oltre a donare piacevoli sensazioni, promettono anche una serie di benefici per la salute e la possibilità di avere orgasmi più potenti e regolari in futuro.

La prima volta che ho sentito parlare di sesso e muscoli della vagina avevo poco più di 17 anni, certo a scuola qualcosa sull’apparato riproduttivo mi era stato insegnato, ma l’utilizzo della muscolatura vaginale come aiuto per raggiungere l’orgasmo (mio e dell’eventuale partner) non l’avevo mai preso in considerazione.

Devo ringraziare una persona in particolare, per la precisione Jacopo Fo (sì il figlio di Dario Fo) autore di “Lo Zen e l’arte di scopare” – Demetra Edizioni. In questo libro si parla dei “muscoletti” e degli esercizi di Kegel.

 

Da allora mi si è aperto un mondo. Per questo motivo le palline vaginali le ho da sempre “promosse” come giocattoli sessuali educativi (oltre che piacevoli). Visto che di palline se ne sente parlare sempre più spesso, qui di seguito vi darò qualche informazione, ma di sicuro la vostra ginecologa (o ostetrica) di fiducia saprà fare meglio di me. Inoltre vi aiuterò a orientarvi tra diverse proposte e varianti che si trovano in vendita (questo forse la gine non lo sa).


Leggi anche: Come scegliere il sextoy adatto a te.


Per chi e per cosa

Con un veloce giro in rete avrete visto che di palline ormai è pieno il web, ogni azienda di sextoys ne produce in differenti forme e colori.

Quando lavoravo in negozio (Betty&Books oltre a essere il nome di questo blog era anche un sexshop per donne) era l’articolo più venduto a volte in tandem con la coppetta mestruale.

Le palline vaginali si presentano come un vero gioco, e sono economiche rispetto ad altri sextoys. Una buona scelta per un regalo, poco invasiva dal punto di vista dell’immaginario sessuale e ha la doppia funzione piacere/benessere che nel dubbio su “cosa scegliere” può sempre tornare utile.

L’aspetto piacevole:

Ci sono molti punti sensibili nel nostro canale vaginale e il massaggio con le sfere li stimola delicatamente. Possono essere usate durante i preliminari, in posizione supina, durante la penetrazione (con i dovuti accorgimenti), oppure in piedi per una passeggiata.  Se vedi qualcuna sorridente mentre è in fila alle Poste probabilmente sta indossando le palline.  

L’aspetto “benessere”:

Il peso delle palline e il loro movimento riattiva la percezione della muscolatura perineale (rafforzandola), gli effetti benefici sono dimostrati per donne di ogni età. Regalane un paio alla nonna!

  • Per la preparazione al parto e per recuperare il tono muscolare dopo il parto naturale
  • Per prevenire la perdita di tonicità
  • Per provare a raggiungere orgasmi vaginali
  • Per stimolare il partner stringendo il pene con più forza
  • Per rafforzare la muscolatura e fare ciao a Jane Fonda e Tracy Anderson.

La muscolatura perineale

Per perineosi intende tutto l’insieme di tessuti cutanei, muscolari, fasciali e legamentosi contenuti all’interno del bacino. Con la denominazionepavimento pelvicosi fa riferimento all’insieme dei muscoli, dei legamenti e delle fasce che costituiscono il supporto degli organi pelvici, questa denominazione è però errata, perché fa riferimento a una forma lineare. La muscolatura del pavimento pelvico ha la forma di un’amaca e si inserisce sulle facce interne delle ossa del bacino. De Lancey, nel 1994, ha introdotto la denominazione di “amaca” per spiegare il sistema di supporto dell’uretra. Un piano elastico e dinamico. La sua funzione principale è quella di sostenere gli organi pelvici.” Tratto da GinecoNews, potete scaricare il pdf integrale qui.

 

 

Per quel che riguarda l’aspetto del benessere fate però attenzione alle bufale…alcuni siti sono stati sanzionati per pubblicità ingannevole.


leggi anche: L’azienda di Gwyneth Paltrow è stata sanzionata per pubblicità ingannevole.


Le varianti.

Ci sono innumerevoli varianti, ma le tipologie sono fondamentalmente 3:

1) Tradizionali – Le palline tradizionali sono piccole, pesanti e separate l’una dall’altra (in metallo, avorio o pietra). Muovendo la muscolatura si possono far roteare all’interno della vagina. Per estrarre le palline, occorre spingerle fuori con delle piccole contrazioni muscolari, prova a tossire! Grandi come una ciliegia, le palline vaginali tradizionali (Ben Wa o della geisha) sono in circolazione da secoli e hanno avuto origine in Giappone. 

2) Con peso graduato – A volte le palline del piacere sono dotate di pesi regolabili e hanno forme differenti dalla classica sfera, caratteristiche mirate per svolgere gli esercizi per il perineo e gli esercizi di Kegel più che per il raggiungimento immediato del piacere. Possono avere forme diverse, leggermente allungate come una mandorla o a cono. “I coni vaginali con pesi crescenti sono un utile strumento rieducativo nelle alterazioni della muscolatura perineale. Ideati nel 1985 da Stanislov Plevnik, sfruttano la forza di gravità; successivamente sono stati brevettati nel 2000 da Yvonne Russell, in una versione che può essere usata anche in posizione prona.” (fonte wikipedia)

3) Vibranti – Le palline più richieste nei sexshop sono quelle grandi, per restare in tema frutta diciamo grandi come un’albicocca. I nomi solitamente utilizzati e che fanno fare una gran confusione sono: Duotone, Sfere del piacere, Sfere di Venere, Palline cinesi, Smartballs. Aiutooooo.

Io preferisco dire palline vaginali, così si toglie ogni dubbio e non si confondono con quelle anali (che hanno una sorta di blocco/base grande per evitare il “risucchio”). Queste qui sotto, vedete? da non confondere con quelle vaginali.

Le palline anali hanno una sorta di base ampia, un fermo per evitare il risucchio.

 

Le palline vaginali vibranti oltre a essere più grandi rispetto alle tradizionali solitamente sono due e sono attaccate fra loro con una stringa in nylon o silicone per aiutare nella rimozione. Di recente sono disponibili in molte varianti, in silicone, lattice, abs, e rispetto alle cugine più piccole, hanno una funzione vibrante aggiunta. Questa funzione le rende più piacevoli da indossare, per questo rientrano nella sfera dei sextoys. Un set è composto da un paio di palline, ma può averne di più. Le dimensioni sono solitamente di circa 3cm di diametro. La caratteristica vibrante delle palline si ottiene in due modi diversi:

  • Con un piccolo peso di metallo all’interno della sfera vuota. Mentre il tuo corpo si muove, o mentre tiri il cavo, il peso all’interno della palla rotola creando la vibrazione.
  • Con impulsi elettrici. Il cavo è collegato a un controller che consente di controllare la modalità di vibrazione. Queste palline sono indicate come Vibration Balls.

Quale scegliere?

Se pratichi yoga o pilates e per te gli esercizi mirati per il perineo non sono un mistero, probabilmente le palline più adatte sono quelle tradizionali, piccole e pesanti. Ne basta anche una piccola.

Per tutte le altre che al massimo, come me, sollevano spritz al bancone, beh, potete usare quelle con un peso graduato. Più grande è la sfera, più facile è sentirla, ma a causa del suo peso è necessario assicurarsi che la si riesca a tenere all’interno, se volete utilizzarla per esercitare il perineo e siete alle prime armi optate per una sfera singola, è più leggera. Dopo un pò di pratica ci si sente a proprio agio anche con la taglia più piccola; una sfera piccola è tuttavia più difficile da percepire, sentire e giocarci.

Come ulteriore incentivo, perché se siete pigre serve un incentivo, scegliete quelle doppie e vibranti. Quando le indosserai i tuoi movimenti di bacino o le contrazioni muscolari produrranno un piacevole effetto vibrante.


Sei tentata e vuoi farti (o fare) un regalo super wow?

Il piacere è un muscolo che va allenato. Op op!!! Le prime palline che ho provato erano le più economiche, circa 12 euro, rivestite in silicone, colore nero – effetto marmorizzato – ed effetto maracas! scuotendole si sentiva il rumore. Ora la produzione è notevolmente migliorata. Di palline, sfere e coni se ne trovano un’infinità.

Qui di seguito qualche suggerimento e siti amici da cui acquistare. Buon proseguimento! Buon shopping :)

 

1) Vuoi esercitare la muscolatura e sfruttare l’effetto vibrante:

Le palline della Lelo – Luna beads – sono più costose di altre, perché hanno pesi diversi per diverse combinazioni. Il corpo cambia e anche la tonicità della vagina. Ogni confezione contiene 4 palline intercambiabili per variare le sensazioni e l’allenamento. Per lavarle vanno “sguciate”, ci si mette un minuto nè.

Fino a poco tempo fa la dimensione era unica, ora invece le propongono in due diverse misure:

  • Dimensioni Classic: Ø 35 mm (adatte alle donne che hanno avuto un parto naturale)
  • Dimensioni Mini: Ø 29 mm un diametro più piccolo rispetto alle classiche palline perfette per chi non è ancora ben allenata (di queste c’è anche una versione black)

Costo: 54,90 euro
Spedizione in Italia: 9,80 euro

L’opzione black, costa meno, ma non ha le palline intercambiabili. Queste sono adatte per la prevenzione e/o per il mantenimento della tonicità pelvica. Luna Beads Noir hanno un diametro di 29 mm per una vestibilità comoda e perfetta per tutte e possono essere indossate una o due alla volta inserendole nella morbida imbracatura in silicone.

Costo: 39,00 euro
Spedizione in Italia: 9,80 euro


2) Pratichi yoga (o pilates) e hai una muscolatura tonica, ma che richiede uno sprint in più, oppure sei devota alla Dea Madre : 

Prova quelle le Yoni Eggs, sono fatte a mano quindi possono variare leggermente per forma e dimensione. Queste sfere hanno un foro, puoi quindi legarle fra loro utilizzando un filo sterilizzato (per esempio il filo interdentale, senza profumazione!).

 

Qui ti proponiamo la versione in ossidiana una pietra utilizzata per localizzare i blocchi dell’aura. L’ossidiana si forma quando la lava vulcanica viene a contatto con l’acqua; questo la costringe a raffreddarsi così rapidamente che non ha il tempo di cristallizzarsi dando come risultato una pietra dalla texture lucida e vitrea.

Le eggs puoi acquistare online sul sito menstraulcup . Il sito è multilingua ci siamo affiliate a loro perché è una specie di market place e può darti una visione generale su quello che si trova nel globo e mantiene i prezzi del produttore.

costo per un set di due eggs:  29 euro
le spese di spedizione per l’Italia: 9 euro.


3) Vuoi allenarti gradualmente e procedere utilizzando palline pensate appositamente per la forma della vagina e gli esercizi di keghel 

Ruby Kegel TrainerQuesta come vedi ha una forma a goccia. Ideata per accompagnare gli esercizi di Keghel. Qui è accompagnata dalla coppetta mestruale e dal bicchiere per lavarla.

Il materiale di cui è fatto, silicone medicale di qualità premium è ipoallergenico. Disegnato per prendersi cura del tuo corpo e per allenare il pavimento pelvico in maniera facile, comoda e semplice, i muscoli rispondono al movimento della pallina e cominciano a rafforzarsi.
Design morbido. 100% waterproof.

L’acquisto della “goccia” Ruby kegel Trainer finanzia un programma di sensibilizzazione e informazione sull’utilizzo della coppetta mestruale.

Il sito da cui acquistarla online su “menstraulcup”. Il sito è multilingua ci siamo affiliate a loro perché è una specie di market place e può darti una visione generale su quello che si trova nel globo e mantiene i prezzi del produttore.

Costo: 17 euro
Spedizione in Italia: 4,25 euro

4.792