Betty&Books

Shop e WebZine dedicati agli immaginari sessuali.

Dolori mestruali e suffumigi

I dolori mestruali possono essere strazianti e lunghi, ma ci possiamo organizzare, per esempio con i bagni di vapore -suffumigi – vaginali.

Marina ci scrive:

Da quando sono piccola soffro di dolori mestruali strazianti e lunghi, per tre giorni sono costretta a stare a letto.

All’età di 16 anni cominciai a prendere la pillola anticoncezionale, visto che, a quanto dicono i medici, il mio problema era conseguente alle cisti ovariche e l’unico modo per togliere le cisti è riempirti di ormoni. Per 3-4 anni presi la pillola e sì, il dolore divenne sopportabile e le mestruazioni duravano pochissimo. Finalmente ero libera da quel malessere mensile. A causa di alcuni effetti collaterali sospesi l’assunzione della pillola ed ecco che mi ritrovai a punto e a capo.

Due anni fa mi operarono per togliermi dei polipetti all’utero, con la garanzia della Ginecologa che dopo l’operazione le mie mestruazioni sarebbero state più regolari e meno dolorose…ma così non fu…Mi ero rassegnata, avrei dovuto convivere con questa “invalidità” mensile. Ma ecco che un bel giorno sento parlare di questi bagni di vapore/suffumigi vaginali un antico rimedio utilizzato dalle levatrici Maya e tuttora praticati in Corea (chai-yok). La pratica dei bagni di vapore esercitata dagli sciamani Maya come rito di purificazione si chiama Temazcal.

 

Questo è il procedimento:

Immergere in una pentola di acqua bollente 30 g di erbe  fresche o secche (bio) tra cui:

  • Basilico
  • Calendula
  • Rosmarino
  • Lavanda
  • Assenzio
  • Timo
  • Camomilla

e lasciarle in infusione per dieci minuti con il coperchio. Mettete la pentola sotto una sedia con un buco al centro dove poter far passare il vapore, nel caso non riusciste a procurarvi una sedia col buco travasate l’acqua in un contenitore adatto per essere appoggiato nel water o nel bidèt . Ci  si toglie i vestiti completamente dalla vita in giù, ci si siede sulle erbe fumanti e ci si copre con una coperta per mantenere il calore. Il vapore non deve essere esposto a correnti d’aria fredde, ma neanche deve “bruciarvi” (prima testate la temperatura con l’avambraccio) aspettate fino a quando il vapore sarà caldo, ma confortevole.

Alcune donne dicono di sentire il gusto delle erbe sulla lingua dopo soli cinque minuti (io posso confermarlo).

Rimanete così per circa 20 minuti, il vapore caldo assieme alle proprietà delle erbe aromatiche rilasserà la muscolatura perineale, porterà un miglioramento alla circolazione della vulva e aiuterà la naturale  fuoriuscita dei residui mestruali. Questo procedimento va ripetuto 3 volte a giorni alterni nella settimana prima dell’arrivo delle mestruazioni mai durante (consiglio prima di andare a letto, sarete rilassatissime).

Sin dal primo ciclo di Vapori ho potuto notare diminuzione del dolore e per tutto il periodo mestruale ho avuto perdite dense e scure (simili al cioccolato spalmabile, per intenderci) in ogni caso la pratica non è invasiva e nella peggiore delle ipotesi vi sarete fatte 20 minuti di totale relax!

Marina.

The Vulva Gallery. by illustrator Hilde Atalanta

 

dismenorrea
di·ṣme·nor·rè·a/
sostantivo femminile
Mestruazione dolorosa.

Se sei interessata ad approfondire questo argomento i commenti qui sotto sono aperti.

Se invece vuoi condividere una tua storia riguardo alla salute di genere scrivici (mettendo come oggetto Il mio corpo) e la pubblicheremo nella rubrica “Il mio corpo” dedicata alla salute di genere a cui inviare la tua storia, preziosa per chi la leggerà e per te che scrivi, per mettere un punto o anche solo una virgola al tuo percorso.